Vai al men¨ principale Vai al men¨ secondario Vai ai contenuti Vai a fondo pagina
Istituto Comprensivo del Mare di Marina di Ravenna (RA)
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE
DEL MARE
Via IV Novembre, 86/A - 48122 Marina di Ravenna (RA) - Tel 0544 530218
istitutocomprensivo@icdelmare.istruzioneer.it - raic810006@istruzione.it - raic810006@pec.istruzione.it
Istituto Comprensivo del Mare di Marina di Ravenna (RA)
Istituto Comprensivo del Mare di Marina di Ravenna (RA)
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE
DEL MARE
L'istituto
L'offerta formativa
Valutazione e Autovalutazione
PON 2014-2020 FESR
Rendicontazione sociale
Rendicontazione Sociale
Emergenza sanitaria
Emergenza sanitaria
Trasparenza
Lingue
Certificazioni Linguistiche
Formazione
Formazione DOCENTI
Didattica
Servizi on-line
Cassa di Risparmio di RavennaUn Click per la Scuola AmazonRegistro elettronico docenti
Varie

OBBLIGO MASCHERINA e SPAZI all'APERTO come AMBIENTE di APPRENDIMENTO
OBBLIGO MASCHERINA e SPAZI all'APERTO come AMBIENTE di APPRENDIMENTO

Marina di Ravenna, 6 novembre 2020                                                                                                                                                                                      Prot. 7899 

A tutti i Genitori

A tutto il Personale

OGGETTO: DPCM 3 novembre 2020 organizzazione scolastica

Si rende noto che, ai sensi del DPCM in oggetto, l’attività didattica ed educativa per la scuola dell’infanzia e nel primo ciclo di istruzione continua a svolgersi in presenza, con uso obbligatorio di dispositivi di protezione delle vie respiratorie salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l'uso della mascherina, fino al 3 dicembre 2020.

Tali indicazioni superano quelle del CTS del 31/8/2020 e della Regione Emilia Romagna del 30/10/2020: quindi l’utilizzo della mascherina è obbligatoria a scuola anche se si è seduti al banco.

Considerato che tale nuova indicazione può essere vissuta con disagio da alcuni dei nostri allievi e allieve si invitano genitori e docenti ad aiutarli a vivere questa misura in maniera serena: valorizzando in essa il significato del rivolgersi al benessere e alla salute di tutti e tutte.

A tal fine si invitano i/le docenti a porre particolare attenzione alle esigenze e alle fragilità dei più piccoli, assumendo atteggiamenti di ascolto e comprensione, non di imposizione.

Si invita a fare leva, sul senso di responsabilità personale, sul bisogno di cautelare la salute di ognuno attraverso i propri comportamenti personali adeguati, sul trovare modalità alternative di contatto e incontro (ad esempio attraverso lo sguardo) rispetto alla vicinanza fisica, date le contingenti necessità imposte da questo virus così particolare e subdolo.

Nel rispetto delle misure di sicurezza, si invita a considerare l’eventualità di:

  1. utilizzare il più possibile gli spazi all’aperto, anche come ambienti di apprendimento;
  2. cercare di elaborare e mitigare paure, diffidenze ed eccesso di distanze con momenti di relax, da svolgere, se possibile, in ambienti all’aperto;
  3. nel rispetto del distanziamento di 1 metro prescritto, riorganizzare gli ambienti di apprendimento dell’aula, insieme ad alunni e alunne (con eventuale supporto dei collaboratori scolastici) al fine di favorire l’interazione e l’apprendimento cooperativo, considerando l’eventuale rimodulazione della disposizione dei banchi, o qualsiasi altra cosa reputata funzionale ad un apprendimento efficace e motivante;
    4) svolgere l’educazione motoria andando a camminare nelle zone limitrofe: nella pineta vicino la scuola o anche in spiaggia, muniti dei giubbotti con i quali si è arrivati a scuola.
    5) le passeggiate possono essere svolte anche per fini didattici di altre discipline, trovando nel contatto con la natura ispirazione per le discipline scientifiche come per quelle umanistiche.

Si ricorda che possono essere utilizzate mascherine di comunità, monouso o lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso.

Inoltre si ricorda che per garantire il pieno diritto all’istruzione di tutti gli alunni e le alunne la scuola ha redatto un Piano per la Didattica Digitale Integrata, il quale prevede che, alla scuola secondaria e primaria, i Consigli di classe rimodulino le progettazioni didattiche individuando i contenuti essenziali delle discipline, i nodi interdisciplinari, gli apporti dei contesti non formali e informali all’apprendimento, al fine di porre gli alunni, pur a distanza, al centro del processo di insegnamento-apprendimento per sviluppare quanto più possibile autonomia e responsabilità e promuovere apprendimenti efficaci e duraturi.

La Didattica Digitale Integrata (DDI), con docente in aula insieme ad un sottogruppo di allievi e un altro sottogruppo collegato da remoto con la modalità videoconferenza, è applicata:

  1. alle classi della scuola secondaria, attraverso l’utilizzo dei pc delle due aule di nformatica: a favore sia di una riduzione del numero di alunni nelle classi con più di 25 (ad esclusione che per le discipline delle Educazioni motoria, musicale e artistica), sia (tutte le discipline) a favore degli alunni costretti a casa per quarantena o malattia;
    2. alle classi della primaria a favore di alunni costretti a casa per quarantena o malattia. 

Nel caso in cui un’intera classe o scuola sia posta in quarantena il Piano prevede la Didattica a Distanza (DAD) con docenti collegati da scuola o da casa e allievi collegati da casa.

La DDI e la DAD prevedono in ogni caso una relazione educativa interattiva rivolta a mantenere attivo il ruolo degli alunni nel processo di apprendimento e di formazione, anche attraverso momenti sistematici di autovalutazione. La valutazione è una restituzione diretta chiara e puntuale: non un semplice voto sul registro elettronico e non rivolta al singolo prodotto, ma all'intero processo di apprendimento, supportando concretamente l’alunno/a e portandolo/a a cogliere l’importanza di utilizzare i propri punti di forza per superare quelli di debolezza.

Le riunioni degli organi collegiali saranno svolte solo con modalità a distanza.

Nonostante siano sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche,  sono invece consentite (salvo diverse disposizioni e nel rispetto
delle norme di distanziamento sociale e senza creare assembramenti) le passeggiate a piedi nelle zone limitrofe (parchi, pineta, spiaggia)
e le attività di tirocinio, da svolgersi nei casi in cui sia
possibile garantire il rispetto delle prescrizioni sanitarie e di sicurezza vigenti.
 

In allegato oltre alla circolare trovate le disposizioni ultime del Ministero dell'Istruzione

 

La Dirigente Scolastica

Giovanna Providenti

 

 


Documenti allegati:

Permalink: OBBLIGO MASCHERINA e SPAZI all'APERTO come AMBIENTE di APPRENDIMENTOData di pubblicazione: 06/11/2020
Tag: OBBLIGO MASCHERINA e SPAZI all'APERTO come AMBIENTE di APPRENDIMENTOData ultima modifica: 13/11/2020 13:49:51
Visualizzazioni: 84 
Top news: Primo piano:

 Feed RSSStampa la pagina 
HTML5+CSS3
Copyright © 2007/2020 by www.massimolenzi.com - Credits
Utenti connessi: 477
N. visitatori: 1658376